ITA |  ENG    Newsletter

News

Conferenza stampa del Comune di Ferrara per presentare ESurveillance

Si è tenuta lo scorso 13 ottobre presso la Questura di Ferrara, la conferenza stampa voluta da rappresentanti istituzionali e operatori del Comune di Ferrara per, citando l’invito della Prefettura, “illustrare il nuovo sistema di videosorveglianza cittadino e le sue funzionalità, a seguito dei miglioramenti tecnici apportati in attuazione degli impegni assunti nell’ambito del ‘Patto per Ferrara sicura’”.


Un momento della conferenza stampa
con le autorità cittadine.

"Esprimo grande soddisfazione per il livello tecnico raggiunto che facilita il lavoro delle nostre sale operative." ha affermato il questore Antonio Sbordone.
"Questo nuovo sistema ci ha consentito di ottenere un migliore controllo del territorio finalizzato alla sicurezza dei cittadini" ha aggiunto il prefetto Michele Tortora.
"La videosorveglianza è strategica per il controllo e la prevenzione sul territorio e questo intervento ha consentito di rinnovare una rete ormai obsoleta, oggi diventata all'avanguardia a livello nazionale per qualità tecnologica e fruibilità" ha concluso il sindaco Tiziano Taglani.

Queste sono alcune delle testimonianze delle autorità cittadine durante la conferenza stampa di presentazione della soluzione di videosorveglianza adottata dal Comune e denominata ESurveillance.

ESurveillance è la soluzione che si basa sull'esperienza consolidata del software di videosorveglianza eSurv (che vanta centinaia di installazioni) e le più moderne tecnologie cloud di TIM.

Uno dei pannelli di visualizzazione
delle immagini.

Grazie ad ESurveillance, Il Comune di Ferrara ha potuto riutilizzare le telecamere già presenti, centralizzando tutti i diversi sistemi in un'unica soluzione, con notevoli risparmi economici. Ha la possibilità di monitorare le telecamere in tempo reale da qualsiasi dispositivo collegato a internet, sia esso un pc, tablet o smartphone. Questo tipo di flessibilità agevola al massimo le forze dell'ordine nell'esercizio delle proprie funzioni di pubblica sicurezza. Il sistema è infatti in dotazione a Questura, Carabinieri e Polizia Locale: le rispettive sale operative controllano in tempo reale le immagini provenienti dalle telecamere e possono rivedere ed estrarre agevolmente le registrazioni, che sono conservate a norma di legge, per 7 giorni (con cancellazione automatica, senza alcun intervento dell'operatore).

 

Attualmente le telecamere gestite da ESurveillance sono 26, dislocate nelle zone definite "critiche" della città, ma il numero di punti di videosorveglianza è in costante aumento.


Il Responsabile dei Sistemi
Informativi, Ing. De Luigi, mostra
le funzionalità di ESurveillance.

"Entro la fine dell'anno in corso - ha affermato l'assessore comunale Aldo Modonesi - andremo a inserire nella rete esistente altre cinque telecamere che rinforzeranno aree già coperte come il Centro Storico, la zona Giardino Arianuova Doro e le strade di maggiore percorrenza."

Inoltre il comune ha deciso di attivare anche alcuni Smart Plug-in (ovvero le "intelligenze" di ESurveillance), quali il conteggio veicoli e il lettura targhe, su 7 delle telecamere già presenti sul territorio. Solo ESurveillance permette al Comune di dotarsi di analisi video utilizzando un'unica soluzione.
 
E' importante ricordare che ESurveillance è stato scelto dal comune perchè risponde pienamente alle esigenze di:
  • centralizzare in un'unica soluzione i vari sistemi installati negli anni;
  • consentire a tute le forze di polizia di accedere rapidamente alle immagini live e reigstrate;
  • eliminare le decine di registratori locali, che necessitavano di continua manutenzione;
  • riutilizzare le telecamere già presenti, anche analogiche e poterne aggiungere, anche occasionalmente;
  • poter effettuare analisi video come lettura targhe e conteggio veicoli, utilizzando le telecamere già presenti.
Leggi il comunicato del Comune di Ferrara.